Lo statuto di Caritas Italiana indica tra i suoi compiti quello di «realizzare studi e ricerche sui bisogni per aiutare a scoprirne le cause, per preparare piani di intervento sia curativo che preventivo, nel quadro della programmazione pastorale unitaria, e per stimolare l’azione delle istituzioni civili ed una adeguata legislazione» (cfr. Statuto della Caritas Italiana, art. 3d).

Raccogliendo e analizzando i dati relativi ai profili e alle richieste di chi usufruisce dei servizi-segno, l’Osservatorio Povertà e Risorse (OPR), nel rispetto della privacy, fornisce una mappa della povertà e delle sofferenze delle persone presenti nel territorio della Diocesi e rileva le risposte messe in atto per contrastare i disagi. Con il suo lavoro contribuisce alla valutazione delle trasformazioni sociali e umane e all’individuazione degli interventi più urgenti da compiere.
Il rilevamento dei dati avviene tramite il software Os.Po.

Obiettivi

  • Rilevare sistematicamente le situazioni di povertà, disagio e vulnerabilità sociale, nonché il sistema di risposte messo in atto per contrastarle, anche al fine di verificare ed approfondire l’utilizzo delle risorse e stimolare eventuali proposte di intervento

Azioni

  • Analisi dei dati relativi ai bisogni, ai colloqui e agli interventi svolti dai volontari dei Centri di Ascolto e dei servizi-segno
  • Monitoraggio degli accessi delle persone ai diversi Centri di Ascolto e servizi-segno e valutazione dell’alternanza bisogni-risposte, per facilitare il lavoro in rete
  • Elaborazione di statistiche in tempo reale, sia per il singolo Centro di Ascolto, sia a livello diocesano, vicariale e regionale

Ufficio Caritas Diocesana Vicentina