Evento Accreditato ECM (15 crediti)

La perdita di una persona cara è certamente uno degli eventi più dolorosi e traumatici che ognuno si trova ad affrontare nella vita. Per sostenere le persone che vivono un lutto, l’auto mutuo aiuto è un efficace strumento di solidarietà sociale.

Il Coordinamento Nazionale dei Gruppi di Auto Mutuo Aiuto per persone in lutto nasce nel 2002 per mettere in rete tutte le realtà presenti sul territorio nazionale e organizza ogni anno un Congresso sui temi che riguardano il vivere e il morire. Un’occasione unica per scambiare esperienze, portare testimonianza, ma anche crescere e creare legami di amicizia.

In questa 17^ edizione ci confronteremo su come evolve il nostro modo di esprimere il cordoglio (cuore che duole) nell’era digitale. In un mondo che cambia, cercheremo di capire assieme il senso dei riti, delle tradizioni e dei social.

Destinatari

Il Congresso è rivolto ai partecipanti e ai facilitatori dei gruppi di auto mutuo aiuto, alle persone che soffrono per la morte di un caro congiunto, a operatori socio-sanitari (psicologi, medici, assistenti sociali, infermieri…) che s’impegnano nella relazione di aiuto e credono in questo strumento di solidarietà sociale. È inoltre rivolto a tutte le persone che sono sensibili al tema della morte e della vita.
Il Congresso è a numero limitato per consentire uno svolgimento ottimale dei lavori. Le iscrizioni verranno chiuse al raggiungimento dei 250 partecipanti e comunque entro e non oltre il 21 febbraio 2020.

L’Ordine degli Psicologi del Veneto ha deliberato affinché il Congresso Nazionale dei Gruppi di Auto Mutuo Aiuto per Persone in Lutto sia evento accreditato ECM. Saranno accreditati i primi 100 partecipanti che ne faranno richiesta, appartenenti alle seguenti categorie: psicologi, psicoterapeuti, medici, educatori, infermieri, fisioterapisti e terapisti occupazionali. 
Nel modulo di iscrizione gli interessati dovranno indicare categoria e specialità di appartenenza.

La partecipazione al Congresso darà diritto a 15 crediti ECM.

Patrocini e partner

sponsor

Spazio espositivo

Durante il Congresso sarà allestito uno spazio dove potranno essere esposte pubblicazioni e materiale informativo delle diverse realtà nazionali di auto mutuo aiuto.
Per riservare uno spazio, scrivere a: caritas.vi@gmail.com

VENERDÌ 20 MARZO 2020
Giornata nazionale delle persone in lutto

13.00 | Accoglienza e registrazione dei partecipanti

14.00 | Saluto delle Autorità
Da Correggio a Vicenza
Giovanna Saccani e Viviana Casarotto
Apertura dei lavori… in armonia musicale

14.45 | Il mondo che cambia e ci cambia.
Tempo, spazio e relazione nel lutto
Relatori: Giulio Fontò e Luigi Colusso
Moderatori: Viviana Casarotto e Denis Saccani
Dialogo con i relatori

16.30 | Coffee break

16.50 – 18.00 | Qual è il senso dell’auto mutuo aiuto oggi? Quali difficoltà in un mondo che cambia
Relatore: Roberto Cuni
Moderatori: Mirella Ballarin ed Enrico Cazzaniga
Dialogo con il relatore

18.00 – 20.00 | Riunione del Coordinamento Nazionale

20.30 | Cena di gala presso il Vicenza Tiepolo Hotel

 

SABATO 21 MARZO 2020

9.00 | I riti di passaggio in un mondo che cambia
Relatori: Arnaldo Pangrazzi ed Enrico Cazzaniga
Moderatori: Virginia Campanile e Stefania Casavecchia
Dialogo con i relatori

10.30 | Coffee break

11.00 | Dal nord al sud: rito delle esequie e tradizioni per esprimere e vivere il lutto
Relatori: Pierangelo Ruaro ed Ausilia Elia
Moderatori: Mimmo Barilà e Antonella Mistretta
Dialogo con i relatori

13.00 | Pausa pranzo

14.30 – 16:00| L’elaborazione del lutto e le proposte delle piattaforme digitali
Relatore: Antonio Loperfido
Moderatori: Ida Fornataro e Giovanna Saccani
Dialogo con il relatore

16.00 | Coffee break

16.30 – 18.30 | Gruppo di condivisione e approfondimento

  1. I gruppi di auto mutuo aiuto. Quali difficoltà? – R. Cuni e A. Pangrazzi
  2. Il lutto e le esperienze insolite. Comunicare con i morti? – M. Ballarin e E. Cazzaniga
  3. Genitori in lutto – V. Campanile e C. Mandetta
  4. Bambini ed adolescenti in lutto – P. Fornasier e C. Villani
  5. Lutto e spiritualità – L. Colusso e A. Mistretta
  6. Suicidio – A. Loperfido e D. Pangrazzi
  7. Lutto perinatale – P. Bartolozzi e E. Zerbini
  8. I riti della morte nel lutto – P. Ruaro e G. Saccani
  9. Intessere nuove relazioni. È possibile un buon uso dei social nel tempo del lutto? – M. Borsani e M. Cantiani
  10. Separazione e divorzio – M. Del Piano e F. Spirio

20.00 – 21.15 | Cena

21.45 – 23.00 | Intrattenimento
Silent Play “Un altro sguardo” a cura del Centro di Produzione Teatrale La Piccionaia
Chiesa di S. Corona, Vicenza

DOMENICA 22 MARZO 2020

9.00| Condivisione in plenaria dei gruppi di lavoro
Moderatrice: Ausilia Elia

10.30| Attraversare il dolore per trasformarlo. Importanza della relazione e dell’incontro
Relatrice: Letizia Espanoli
Moderatori: Maria Del Piano e Giampiero Genovese
Dialogo con la relatrice

12.00| Chiusura dei lavori
Da Vicenza a Cagliari
Viviana Casarotto e Maria Del Piano
E per concludere… emozioni che risuonano. Video di Emiliano Toso

12.30| Compilazione questionario di gradimento

Scarica il programma

Relatori

Enrico Cazzaniga

Psicologo-Psicoterapeuta, docente del Centro Milanese di Terapia della Famiglia nella sede di Milano. EMDR practitioner. Ha sviluppato buona parte della sua esperienza professionale in contesti di oncologia e cure palliative. Attualmente collabora con Ass. Porta Aperta, Rho, Associazione AMA Milano Monza Brianza, Fondazione ABIO Italia. Responsabile del Progetto Gian Cesare Marchesi per l’aiuto alle persone in lutto, Milano.
Ha curato l’attivazione di numerosi gruppi di auto mutuo aiuto per: lutto, separazione-divorzio-genitorialità, divers-abilità, infortuni sul lavoro, dipendenze affettive, depressione, salute mentale.
È membro fondatore del Coordinamento Nazionale dei Gruppi AMA per persone in lutto.
Svolge attività di consulenza e psicoterapia a Milano e a Monza.

Tra le sue pubblicazioni:
• Cazzaniga E. 2009 “LUTTO E SESSUALITÀ”, Rivista di Sessuologia, vol. 33, CIC Ed. Internazionali, Roma
• Cazzaniga E., 2010, “IL DESERTO DOPO LA TEMPESTA, IN VIVERE LA MORTE ATTRAVERSO LA SPIRITUALITÀ”, Centro Studi Cure Palliative “F.Gallini”, Aviano PN
• Cazzaniga E., 2011, “AIUTARE NEL LUTTO”, in Dopo la notizia peggiore, (a cura di) Testoni I., Piccin, Padova
• Mazzoleni C., Cazzaniga E., 2012, “PROMUOVERE L’AUTORIFLESSIVITÀ NELL’AUTO MUTUO AIUTO”, in Rilanciare i legami sociali, attivare partecipazione, promuovere cambiamento, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano
• Cazzaniga E., 2015, “IL LUTTO” – Ed. Outis Monza

Luigi Colusso

Medico, psicoterapeuta, formatore, ha iniziato ad occuparsi di gruppi e mutuo aiuto nel 1980, e si è dedicato in particolare ai CAT – metodo Hudolin, della cui associazione nazionale, AICAT, è stato anche vicepresidente nazionale e presidente regionale del Veneto, direttore di corsi di sensibilizzazione e di formazione.
Dal 1999 è iniziatore e responsabile come volontario di un progetto per l’elaborazione del lutto basato sui principi del mutuo aiuto. Il progetto si chiama “Rimanere Insieme” e ha realizzazione dentro l’onlus ADVAR di Treviso, associazione che si occupa di assistenza ai malati oncologici terminali, a domicilio e nell’Hospice “Casa dei Gelsi”.
È membro e co-fondatore dal 2000 del coordinamento nazionale dei gruppi lutto, autore o curatore di testi pubblicati soprattutto nelle collane ADVAR. È formatore impegnato con continuità presso la sede istituzionale ADVAR, sia per diversi centri, pubblici e privati, compreso il Centro Studi Edizioni Erickson, sia per un laboratorio sull’elaborazione del lutto presso l’Università Cattolica di Milano e Brescia.
Il libro principale che ha scritto è “Il colloquio con le persone in lutto” – 2012 Ed. Erickson. Il testo condensa esperienze di formazione e di servizio e offre a professionisti, volontari e dolenti un’occasione di conoscenza, riflessione e gesti concreti per fronteggiare perdite e lutti sia personali che lavorativi.

Roberto Cuni

Esperto dei principi dell’auto aiuto dal 1984, anno in cui conosce i Club Alcologici Territoriali per il disagio psichico e alcolcorrelato del proprio fratello.
Diviene servitore di club nel 1985, anno in cui incontra il prof. Hudolin alla cui scuola si forma. Con il professore partecipa a più di 80 corsi di sensibilizzazione sulla problematica alcolica.  Dal 1992 collabora al Centro Studi e Documentazione sui problemi alcolcorrrelati di Trento e ha coordinato decine di Corsi di sensibilizzazione e sul ben-essere a Trento ed in Italia.
Dal 1999 docente nelle settimane in più di 30 moduli formativi sull’auto mutuo aiuto nel campo del disagio psichico organizzati dalle ASL e per varie Associazioni in numerose città italiane.
Da allora fino ad oggi docente in 14 moduli formativi sull’auto mutuo aiuto nel campo del disagio psichico organizzati a Trento dall’associazione AMA, e decine di serate per favorire nelle comunità l’apertura di gruppi AMA su varie difficoltà.
Dal 2004 al oggi docente in corsi sull’auto mutuo aiuto in Brasile, Ecuador, Cile, Cina, Bielorussia, Russia.
Dal 2006 ad oggi Coordinatore degli Utenti Familiari Esperti nella salute mentale Trento.
Dal 2013 al 2018 Presidente dell’Associazione di auto mutuo aiuto “La Panchina” di Trento.
Dal 2019 Presidente dell’Associazione “Il Cerchio Fareassieme” onlus di Trento.

Ausilia Elia

Psicologa, psicoterapeuta sistemico relazionale, esperta in psico-oncologia e cure palliative, consulente in sessuologia, promotrice e facilitatrice gruppi Ama, docente al Master in psico-oncologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.
Dal 2012 ha svolto attività come psicologa presso l’Ospedale Umberto I dell’ASP di Siracusa, attraverso Piano Sanitario Nazionale, occupandosi di “Alta criticità” e “Medicina narrativa”.
È socio fondatore dell’Associazione OLTRE ONLUS – Centro Ascolto Oncologico Simultaneo che si occupa di supporto psicosociale e medico dalla prevenzione all’assistenza domiciliare fino all’elaborazione del lutto.
È consulente presso le Associazioni “Pi.Gi.Tin” per il supporto alle famiglie che vivono la nascita di bambini prematuri e “Cuore di Mamma GRESS” che si rivolge a quanti vivono il lutto perinatale.
Fa parte del Coordinamento Nazionale dei Gruppi AMA per persone in Lutto e del Consiglio Direttivo della Regione Sicilia della Società Italiana di Psico Oncologia.

Letizia Espanoli

Assistente Sociale dal 1988. È stata dipendente del Comune di Pordenone e nel 1992, nella stessa città, cofondatrice della Cooperativa Itaca, cooperativa sociale di tipo “A” che gestisce servizi nelle aree: Domiciliare Anziani, Residenziale Anziani, Disabilità, Salute Mentale e Minori – Età evolutiva.
Nel 1995 ha dato vita all’Associazione Alzheimer di Pordenone, nel 2000 fonda il Centro Studi Internazione “Perusini Alzheimer”, offrendo formazione e consulenza a numerosi enti pubblici e privati italiani.
Relatrice di convegni con crediti Ecm per assistenti sociale in tutta Italia.
Ha svolto ruoli di docenza in ambito di organizzazione del lavoro, insegnando in numerosi corsi italiani per Responsabili di Nucleo, Coordinatori Socio-Sanitari e Direttori.
Nel 2014 ha creato il Sente-Mente® project del quale è responsabile scientifico. Si tratta di un progetto innovativo che, con ampi consensi in Italia e negli Stati Uniti, ha cura della triade terapeutica costituita da familiari, operatori e persone che con-vivono con la diagnosi di demenza.
Nel dicembre 2017 ha fondato “Letizia Espanoli Group SRL”, di cui è presidente.
Dal 2018 è responsabile di “Letizia Espanoli Edizioni” in collaborazione con la Cooperativa “Futura” di S. Vito al Tagliamento (PN)
Tra le sue pubblicazioni:
• “Giù le mani dai vecchi” – Sente-Mente Quaderni
• “Tracce di te” – Giorni Felici Quaderni
• “#La vita non finisce con la diagnosi”. Letizia Espanoli, Elena Mantesso – Sente-Mente Quaderni
• “Attraversare il dolore per trasformarlo” – ed Vega – Letizia Espanoli, Nicoletta Todesco 2010

​Giulio Fontò

Filosofo, psicologo.
Negli anni ’80 ha diretto per cinque anni l’Istituto di Bionergetica di Milano.
Direttore dei corsi di formazione al Counseling, promossi dal CISF di Milano (Centro Internazionale Studi Famiglia) per otto anni a partire dal 1988.
Supervisore responsabile di un centro per il recupero di tossicodipendenti a Pistoia per sette anni; supervisore dei programmi di recupero per tossicodipendenti del CeBS di Brescia a dal 1979 al 1987, supervisore dei programmi per “madri e bambini” affidati dal Tribunale dei minori a Saronno. Dal 1994 al 2012 ha diretto fino al 1994 L’Agenzia Internazionale Famiglia-Salute-Comunità (A-FSC) di Milano, elaborando soprattutto progetti di prevenzione primaria e secondaria.
Dal 1976 svolge attività privata come psicoterapeuta ad orientamento fenomenologico a Milano – Specializzato in psicoterapia della coppia – Supervisore clinico e formatore di psicologi e psicoterapeuti a Milano, Verona e Trento e Bologna. Presidente fino al 2012 e socio fondatore dell’Associazione di psicologia umanistica-esistenziale – Apeiron.
Ha pubblicato numerosi articoli su riviste di settore quali Progetto Umanistico, Famiglia Oggi, Sanare Infirmos – dell’ H. San Raffaele e relazioni scientifiche pubblicate su Atti dei diversi convegni cui ha partecipato.

Antonio Loperfido

Psicologo, psicoterapeuta
Dal 1978 dipendente in ruolo dell’Azienda per l’Assistenza Sanitaria N°5 “Friuli Occidentale” con la qualifica di Psicologo Collaboratore equiparato ad Assistente, Dirigente Medico di I° Livello di Psichiatria, Responsabile della S.S. “Attività territoriale psichiatrica area periferia”, afferente alla S.C. C.S.M. 24 ore, Area del Noncello presso il D.S.M. di Pordenone Dal 1996 coordina “L’osservatorio del suicidio e del parasuicidio” del D.S.M. di Pordenone.
Dal 1999 ad oggi, docente al Corso di Laurea in Infermieristica Facoltà di Medicina e Chirurgia di Udine, sede di Pordenone (psicologia generale e psicologia clinica)
Docente al Master Universitario di primo livello in cure palliative e terapia del dolore presso l’Ateneo di Trieste (a.s.2016-2017.e 2017-2018)
Nell’ambito della rete delle cure palliative e terapia del dolore nell’adulto, svolge funzioni di supervisione specialistica e formazione del personale; coordina e conduce gruppi per la elaborazione del lutto; si occupa del reclutamento, della formazione e supervisione dei volontari, della progettazione-informazione e sensibilizzazione della popolazione alle tematiche relative alle cure palliative.
Tra le sue pubblicazioni:
• “Il coraggio del dolore” (Armando Editore, 2008)
• “Tienimi per mano, La Relazione terminale nell’esperienza di un hospice” (Ed. Dehoniane, 2014)
• “La metamorfosi della sofferenza” (Ed. Dehoniane, 2004 e 2014)
• “Il coraggio della felicità” (Casavecchia S., Ed. Sabinae, 2016)
• “La sedia sul tavolo. Il suicidio nelle voci dei sopravvissuti” (Venir M., Ed. Sabinae, 2016)
• “Il suicidio in famiglia: il sostegno ai sopravvissuti”, nel volume “Dialoghi ininterrotti: dall’educazione alla morte al sostegno nel dolore della perdita”, a cura di P. Bastianoni, (MIMESIS/UNIFESTUM, 2017).
• “Ti ricorderò per sempre. Lutto e immortalità artificiale”, (Ed. Dehoniane, 2020).

Arnaldo Pangrazzi

Padre Arnaldo Pangrazzi, camilliano, è docente di Teologia pastorale della salute e supervisore di Formazione Pastorale Clinica.
Ha ricoperto l’incarico di Presidente dell`AIPAS (Associazione Italiana di Pastorale Sanitaria) e del Movimento Europeo di Pastoral Care and Counselling.
Ha fatto parte dell’équipe multidisciplinare dell’Hospice presso il St. Joseph Hospital di Milwaukee, Wisconsin (USA), e ha facilitato numerosi gruppi di mutuo aiuto nelle perdite e nei lutti. È vice presidente dell’A.I.E. (Associazione Italiana Enneagramma). Ha animato corsi, seminari e settimane formative per sacerdoti, religiose e professionisti del mondo della salute in diversi Paesi, tra cui Italia, Spagna, Asia, Africa, Australia, America e Sud America.
Tra i temi frequentemente trattati: pastorale sanitaria, relazione di aiuto e counselling, accompagnamento dei morenti, elaborazione del cordoglio e del lutto, suicidio e sostegno ai superstiti, animazione di gruppo, esercizio della leadership, formazione e animazione del volontariato, umanizzazione interventi ospedalieri, approccio globale al malato, corsi base e avanzati di enneagramma.
Tra le sue pubblicazioni:
• “Il gruppo: luogo di crescita”, Ed. Camilliane, Torino 2000.
• “Aiutami a dire addio”, Ed. Erickson, TN 2002.
• “Il suicidio: dalla resa alla lotta per la vita” (a cura di) Ed. Camilliane, Torino 2004
• “Vivere il tramonto: paure, bisogni e speranze dinanzi alla morte” Erickson, Trento, 2006.
Molti dei suoi testi sono stati tradotti in spagnolo, portoghese, ucraino, cecoslovacco, giapponese, ungherese, tailandese.

Pierangelo Ruaro

Pierangelo Ruaro, prete della diocesi di Vicenza, è direttore dell’Ufficio diocesano per la Liturgia e la Musica, Delegato del Vescovo per la Cattedrale e canonico. Ha conseguito il diploma di chitarra classica presso il Conservatorio «Jacopo Tomadini» di Udine nel 1993. È docente presso il Corso di Perfezionamento Liturgico Musicale della CEI e collabora con diverse realtà per la formazione alla pratica della musica liturgica. Fa parte del Gruppo internazionale UNIVERSA LAUS e da parecchi anni partecipa alle settimane estive di formazione liturgico musicale come docente di liturgia e di chitarra. Autore di diversi canti per la liturgia, in Diocesi è impegnato a promuovere formazione alla spiritualità liturgica con particolare attenzione agli aspetti del canto e della musica. Ha curato rubriche di pastorale liturgica presso il settimanale diocesano «La Voce dei Berici». Tali rubriche hanno, successivamente, dato vita a quattro volumi di articoli ad uso di gruppi liturgici, catechisti e operatori liturgici in genere: «Come argilla nelle tue mani – Dall’Eucaristia prende forma la comunità» (2012); «Glorificate Dio nel vostro corpo – Luoghi, gesti, canti che danno forma alla fede» (2013); «Cristo Signore del tempo – Anno liturgico e Liturgia delle Ore» (2015); «Chiesa Madre – Generare e coltivare la vita di fede» (2017).
Tra le iniziative per la promozione e la qualificazione delle ministerialità liturgiche, ogni anno propone in diocesi un itinerario di preparazione al ministero della consolazione, a servizio della celebrazione delle esequie e delle persone/famiglie che vivono il lutto.

Per iscriversi al Congresso è necessario compilare in tutte le sue parti il modulo di registrazione disponibile online:

  • compilare in tutte le sue parti il modulo di registrazione disponibile online: www.tinyurl.com/congressoluttogmail (per chi ha un account gmail) www.tinyurl.com/congressolutto (per tutti gli altri account)
  • far pervenire alla segreteria organizzativa la ricevuta attestante il versamento della quota di iscrizione all’attività formativa.

TERMINE ULTIMO TASSATIVO: 21 febbraio 2020.

L’iscrizione si intenderà completata solo una volta ricevuta la copia del bonifico di 75€, a seguito del quale la Segreteria Organizzativa invierà una mail di conferma (entro 5 giorni lavorativi).
Le domande di iscrizione pervenute senza i documenti richiesti non saranno ritenute valide.

Non sarà possibile effettuare la registrazione direttamente presso la sede congressuale.

Chi intendesse pernottare al Vicenza Tiepolo Hotel dovrà inoltre prenotare la sistemazione alberghiera scrivendo a info@vicenzatiepolohotel.it o chiamando il numero 0444/042930 e specificando di essere un partecipante al Congresso.

Quote di partecipazione

La QUOTA DI ISCRIZIONE al Congresso è di 75€ e comprende:

  • Kit congressuale
  • Pranzo di sabato 21/03
  • 3 coffee break

Intrattenimento teatrale “Un altro sguardo”

 

Il PACCHETTO ALBERGHIERO comprende

  • Pernottamento di venerdì 20/03 e di sabato 21/03
  • Tassa di soggiorno per entrambe le notti
  • Colazione di sabato 21/3 e domenica 22/03
  • Cena di gala di venerdì 20/03
  • Cena a buffet di sabato 21/03

     

QUOTE A PERSONA:

  • 170,00€ per CAMERA DOPPIA IN USO SINGOLA
  • 130,00€ per CAMERA DOPPIA MATRIMONIALE/LETTI SEPARATI
  • 120,00€ per CAMERA TRIPLA

Le camere nell’hotel verranno assegnate secondo l’ordine di prenotazione fino all’esaurimento delle stesse. Non è previsto il ricorso ad alloggi in altre strutture e le camere singole sono disponibili in numero limitato; si consiglia quindi a coloro che non possono rinunciare ad una camera singola, di eseguire la prenotazione prima possibile. Qualora voleste dividere la camera doppia/tripla con colleghi e conoscenti, potrete segnalarlo all’hotel in sede di prenotazione.
Chi volesse usufruire di ulteriori notti o pasti, può consultare la sezione ulteriori informazioni sul soggiorno.

Modalità di pagamento

La quota di iscrizione alle attività congressuali/formative va versata a Fondazione Caritas Vicenza, mentre la sistemazione alberghiera sarà gestita in tutti i suoi aspetti, pagamenti inclusi, direttamente dal Vicenza Tiepolo Hotel. A seguire, tutte le istruzioni.

QUOTA DI ISCRIZIONE:
Versamento a mezzo bonifico su c/c intestato a Fondazione Caritas Vicenza presso BANCA POPOLARE ETICA, Filiale di Vicenza.
IBAN: IT 41 A 05018 11800 000012173258
CAUSALE: Iscrizione evento formativo AMA lutto con nome e cognome del/i partecipante/i per i quali si salda la quota.

 

QUOTA PACCHETTO ALBERGHIERO o eventuale versamento della QUOTA CENA DI GALA:
Versamento entro e non oltre il 21/02/2020 a mezzo bonifico su c/c conto corrente intestato a Vicenza Tiepolo Hotel srl presso BANCA POPOLARE DELL’EMILIA-ROMAGNA, Sede di Rimini.
IBAN: IT 63 O 05387 24201 000002505994
CAUSALE: Pacchetto/cena gala evento formativo AMA lutto con nome e cognome del/i partecipante/i per i quali si salda la quota.

(I pacchetti non comprendono la quota di iscrizione, che va versata a Fondazione Caritas Vicenza).

 

QUOTA CENA DI GALA
Chi non usufruisse del pacchetto alberghiero, ma volesse partecipare alla Cena di Gala del 20 marzo presso il Vicenza Tiepolo Hotel, potrà farlo segnalandolo nel Modulo di Iscrizione e versando la relativa quota all’hotel entro il 21/02/2020, con invio di copia contabile.

  • 28,00€ a persona per CENA DI GALA

Termini di cancellazione

La quota di iscrizione non è rimborsabile.
Eventuali cancellazioni della prenotazione alberghiera dovranno essere comunicate per iscritto all’indirizzo info@vicenzatiepolohotel.it entro il 21/02/2020. La quota già versata verrà restituita con una detrazione del 35% per spese amministrative. Il rimborso avverrà entro il 27/03/2020. Le cancellazioni effettuate dopo il 21/02/2020 non daranno diritto ad alcun rimborso.

Chi volesse usufruire di ulteriori notti o pasti presso il Vicenza Tiepolo Hotel, potrà farlo entro il 21/02/2020 scrivendo direttamente a info@vicenzatiepolohotel.it specificando di essere un partecipante al Congresso.

QUOTE PER PRANZO LIBERO – DOMENICA 22 MARZO

Packed lunch a partire da 8,00€
Buffet a partire da 15,00€
Pranzo servito a partire da 20,00€

Non è previsto alcun rimborso per i pasti prenotati e non consumati.

Per la serata di SABATO 21/3 è previsto lo spettacolo teatrale interattivo “UN ALTRO SGUARDO” a cura del Centro di Produzione Teatrale La Piccionaia presso la Chiesa di S. Corona a Vicenza, dalle ore 21.45 alle ore 23.00. L’organizzazione mette a disposizione un transfer gratuito dall’hotel a Piazza Matteotti (ore 21.15 e ore 23.15).
La Chiesa è dotata anche di una guida digitale gratuita.

TRANSFER
L’organizzazione mette a disposizione un transfer gratuito dall’hotel a Piazza Matteotti:
ANDATA ore 21.15 – Piazzale esterno del Vicenza Tiepolo Hotel
RITORNO ore 23.15 – Piazza Matteotti
Chi volesse usufruirne potrà indicarlo sul modulo di iscrizione.

Vicenza Tiepolo Hotel

Il Vicenza Tiepolo Hotel è una struttura moderna ed elegante, a pochi passi dal centro storico della città, facilmente raggiungibile dall’autostrada A4 e dalla stazione dei treni di Vicenza. Tutti i dettagli sulle camere e su come raggiungere la sede del Congresso sono disponibili sul sito dell’hotel.

L’hotel mette a disposizione un servizio-navetta gratuito su richiesta da/per la stazione dei treni di Vicenza, previa prenotazione (Telefono: +39 0444 04 29 30, info@vicenzatiepolohotel.it).

Ente organizzatore:

  • Fondazione Caritas Vicenza

Segreteria Organizzativa:

Sede congressuale:

  • Linda Brunello. Associazione Diakonia onlus
  • Contra' Torretti, 38 - 36100 Vicenza
  • Tel. +39 0444 – 304986
  • caritas.vi@gmail.com
  • dal lunedì al venerdì - dalle 9 alle 13.00
  • Viviana Casarotto. Referente GAMA lutto Vicenza
  • Cel. +39 348 7666528
  • Cel. +39 328 4350660