570470507213052 Emergenza Ucraina, aggiornamenti su iniziative avviate e come aiutare - Caritas Vicenza

Blog

Emergenza Ucraina, aggiornamenti su iniziative avviate e come aiutare

Emergenza Ucraina, aggiornamenti su iniziative avviate e come aiutare

La Diocesi di Vicenza ha attivato le opportune iniziative a sostegno delle persone colpite dalla guerra in Ucraina. Il vescovo Beniamino Pizziol, in contatto con iPrefetto Pietro Signioriello, segue l’evolversi della situazione mediante la Caritas Diocesana Vicentina, che a sua volta opera in stretto contatto e sinergia con la rete della Caritas Italiana e della Caritas Internationalis. Ecco, nel dettaglio, le iniziative fin qui avviate.

L’accoglienza dei profughi nel Vicentino e la raccolta fondi dedicata

Anche nel Vicentino è iniziato l’arrivo di profughi ucraini e Caritas Diocesana Vicentina sta collaborando con la Prefettura per l’accoglienza.

Ad oggi l’Ufficio Migranti di Caritas è stato contattato da 46 persone (13 famiglie più un singolo), di cui 28 minori, che hanno dichiarato di essere in viaggio verso Vicenza e, in vista del loro arrivo, hanno chiesto accoglienza. Di queste, avendo fornito le generalità complete, 35 sono già state preventivamente segnalate alla Prefettura per l’attivazione dell’accoglienza attraverso il sistema dei Centri di Accoglienza Straordinaria (CAS) e il Sistema Accoglienza Integrazione (SAI). Di questi, per ora, risultano accolti due nuclei familiari.

Sempre al momento, nessuna persona è stata accolta direttamente da Caritas, ma prosegue il censimento relativo alla disponibilità di case, beni materiali e volontariato: finora ci sono stati 87 contatti. Si invita pertanto a proseguire la comunicazione delle disponibilità da parte di privati, parrocchie, enti, aziende e associazionicontattando la segreteria Caritas al numero 0444 304986 (da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 13) e tramite la mail segreteria@caritas.vicenza.it.

A favore dei profughi accolti nel vicentino, è stata inoltre avviata una specifica raccolta fondi. Vi si può contribuire donando ad Associazione Diakonia onlus, braccio operativo della Caritas Diocesana Vicentina, mediante bonifico bancario sul c/c Iban IT40D 05018 11800 0000 1107 9332, intestato a Associazione Diakonia Onlus presso Banca Popolare Etica – filiale di Vicenza (causale “Ucraina/Profughi nel vicentino”).

Caritas Diocesana Vicentina, tramite la propria équipe migranti, è infine disponibile a orientare e fornire informazioni circa le pratiche giuridiche e sanitarie connesse all’arrivo e all’accoglienza dei profughi che giungono nel Vicentino, in modo da attivare le specifiche forme di protezione, accompagnamento e inclusione degli stessi nella rete sociale locale. Sono già 5 le famiglie italiane che hanno chiesto informazioni perché direttamente contattate da 5 nuclei familiari (in totale 35 persone) che hanno dichiarato di essere in arrivo nelle prossime ore.

Il sostegno agli aiuti promossi dalla Congregazione delle Suore Maestre di S. Dorotea Figlie dei S. Cuori

Un importante aggiornamento viene dalla Congregazione delle Suore Maestre di S. Dorotea Figlie dei S. Cuori, con Casa Generalizia a Vicenza, che sta accogliendo profughi in tre comunità presenti in quei territori:

  • in Ucraina, a Javorov, vicino a Leopoli, suor Malgorzata e due consorelle riescono ad accogliere contemporaneamente 25 profughi e ad organizzarne il trasporto in Polonia con un pulmino;
  • in Polonia, a Lublino, suor Monika Boryca e consorelle riescono ad accogliere 41 profughi (nelle stanze della comunità e quelle parrocchiali), in accordo con la Caritas locale;
  • in Romania, a Oteleni, suor Emilia Rossi e consorelle hanno 30 posti disponibili per i profughi, che arriveranno nelle prossime ore.

È possibile aiutare specificatamente queste comunità, per l’acquisto e la distribuzione in loco di beni di prima necessità, effettuando un bonifico bancario, con causale “Per accoglienza profughi”, intestato a Ist. Suore maestre di S. Dorotea figlie dei Sacri Cuori – Iban IT11 X030 6911 8941 0000 0014 372.

La raccolta fondi di Caritas Italiana

Sul fronte dell’assistenza delle persone in Ucraina e sfollate negli Stati limitrofi, attualmente si conferma come maggiormente efficace la raccolta fondi per l’acquisto e la distribuzione in loco di beni di prima necessità. A tal fine Caritas Italiana ha già aperto dei canali. È possibile contribuire utilizzando il conto corrente postale n. 347013, donare online tramite il sito www.caritas.it o effettuare un bonifico bancario (causale “Europa/Ucraina”) tramite Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – Iban: IT24 C050 1803 2000 0001 3331 111.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.